Coppa Italia Serie C

UFFICIALE - La Lega Pro ha scelto: Bisceglie-Matera, la decisione

Roberto Chito
17.08.2018 20:10

Il trofeo della Coppa Italia di Serie C, foto: Fonte Web

E alla fine non si gioca. Questa volta nessun rinvio dovuto a decisioni prese fra società, cause atmosferiche o altro. Questa volta, il rinvio arriva direttamente dalla Lega Pro. Il presidente Gravina, alcuni minuti fa ha deciso di rinviare le partite in programma nel weekend relative ai match Coppa Italia in segno di lutto, dopo i fatti di Genova.

La Lega Pro, in queste ore ha deciso di non scendere in campo rispetto a quanto deciso dalla Lega di Serie A di rinviare solamente le partite delle due squadre di Genova e non dell’intera prima giornata della massima serie che partirà domani, quando in Italia è stato proclamato il lutto nazionale. La Lega Pro che doveva scendere in campo un giorno dopo, evidentemente non se l’è sentita. Questa la nota: "La Lega Pro, in segno di rispetto e vicinanza a tutti coloro che sono stati colpiti da una tragedia immane come quella di Genova, ha deciso di fermarsi. Il Presidente Gravina ha disposto il rinvio, a data da destinarsi, delle gare di Coppa Italia, che erano in programma domenica 19 agosto. La Lega Pro ed i suoi club rinnovano la vicinanza alle famiglie delle vittime e a tutti gli abitanti di Genova".

La tragedia che ha colpito il capoluogo ligure alla vigilia di Ferragosto ha davvero scosso l’Italia intera. E anche il mondo del calcio, in un certo senso ha deciso di partecipare a questo lutto. Dunque, domenica pomeriggio, Bisceglie-Matera, in programma alle ore 17.30 allo stadio Gustavo Ventura non si giocherà. Nelle prossime ore, la Lega Pro dovrebbe comunicare la data del recupero. Due le opzioni: giocare mercoledì, oppure far slittare di una settimana l’intero programma.

Commenti

Bisceglie, finalmente in campo: neroazzurri con la rosa ridotta e un nuovo tecnico
Buongiorno Mercato - Casertana scatenata: colpi per l'assalto alla Serie B. Catanzaro, Leonzio e Juve Stabia, arrivano le punte. Pugliesi in stand-by