Altre News

Nicchi: "Rischio sciopero? Nulla di sicuro ora. Situazione disastrosa per noi"

Redazione TuttoMatera.com
16.04.2018 14:10

Il presidente dell'Aia Marcello Nicchi, foto: Fonte Web

"La cosa drammatica è che noi siamo il fiore all'occhiello di una Federazione piena di problemi e si cerca di andare a toccare la nostra autonomia. La decisione del Coni va a toccare un diritto che abbiamo acquisito". Sono le parole di Marcello Nicchi, presidente dell’Aia sulla situazione che stanno attraversando gli arbitri.

Nicchi, intervistato da Radio Anch’io Sport, ha continuato: "La situazione interna è drammatica. Non ci si rende conto dei pericoli per la classe arbitrale. Le cose si aggravano. Ci si preoccupa del nostro due per cento per le elezioni in sede di Federazione e non dei problemi da risolvere, è una cosa incredibile e imbarazzante. Il due per cento che abbiamo inorgoglisce il nostro movimento e non influisce nelle decisioni globali. Non ci si preoccupa minimamente del problema dei rimborsi dei volontari. E' un'organizzazione che non funziona".

Al momento, torna anche l’incubo sciopero. Nicchi settimana scorsa lo aveva scongiurato, ma nelle ultime ore il pericolo è molto concreto: "La cosa che sto facendo è cercare di evitarlo. Però se un giorno qualcuno arriverà al campo senza arbitri non dovrà rimanere sorpreso perché le sezioni non ce la fanno più. In Spagna, in Germania e in Inghilterra, gli arbitri fanno parte delle elezioni. Fa impressione che il Coni voglia andare contro questo diritto per darlo ai professionisti".

Commenti

Girone C, la 35esima giornata - Risultati, classifica e prossima giornata. La situazione
Calvario finito, scoppia la grande festa: Serie D, ecco la prima promozione