Primo Piano

Matera, prima occasione per il rilancio: un calcio alla mini crisi?

Dimenticare le amarezze del campionato, tuffandosi sulla Coppa Italia: il Matera ci prova subito contro la Reggina

Roberto Chito
21.11.2017 09:58

L'entrata in campo a Reggio Calabria, foto: Paolo Furrer

Occasione per il riscatto e il rilancio? In molti, sperano che sia così. Questo Matera ha voglia di ripartire subito, cercando di mettersi alle spalle il momento poco positivo in campionato. Manca una vittoria da cinque partita, due punti conquistati in questo lasso di tempo. E in questo momento, tanti alibi cominciano a venir meno. Testa al presente, meglio guardare avanti. C’è una partita comunque molto importante, in Coppa Italia contro la Reggina.

Una sfida da non sottovalutare, perché la competizione tricolore per i biancoazzurri può rappresentare un obiettivo, come lo è stato l’anno scorso. Il problema, è che le condizioni in cui ci si arriva sono un po’ diverse. L’anno scorso, dal punto di vista dell’organico, il Matera era messo meglio. Questa stagione, invece, è alle prese con una serie di infortuni che forse non avranno mai una loro spiegazione. Il momento è questo, sicuramente non uno dei migliori, visto che il Matera sta attraversando una situazione difficile. Tuffarsi nella Coppa Italia, potrebbe essere un modo davvero importante per poter guardare avanti, cercando di staccare il pass per un’importante qualificazione. Guardando gli organici, però, c’è molto da pensare. Il Matera, infatti, arriva con una coperta davvero molto corta ad un impegno importante. Una situazione che si protrae da settimane ormai, sulla quale non sembra essere stata trovata una soluzione. La Reggina, inoltre, ha a disposizione l’organico al completo, ma anche lei si presenterà con le cosiddette seconde linee, quelle che non sono riuscite a trovare molto spazio in questa stagione.

Discorso che non si può fare in casa Matera, visto che gran parte dei giocatori che sono scesi in campo fino a questo momento, saranno costretti a tirare la carretta anche questo pomeriggio. Biancoazzurri, che però, potranno dare una chance importante a giocatori come Sartore, Dammacco e Corado, che finora, per un motivo o per un altro non hanno trovato tantissimo spazio. Resta, però, da capire se questa Coppa Italia potrà essere considerata davvero come un obiettivo, oppure se rappresenta un impiccio, soprattutto alla vigilia di una sfida importante come quella contro la Virtus Francavilla in campionato.

E da quelle parti, le cose non stanno andando nella maniera migliore. Nessuno ha detto che questo Matera deve lottare per vincere il campionato, ma un andamento migliore se lo aspettavano in tanti. In mezzo, la sfida di questo pomeriggio, contro una Reggina ostica e che non verrà nella Città dei Sassi per fare la vittima sacrificale.

 

COSÍ IN CAMPO

Stadio: XXI Settembre - Franco Salerno, ore 14.30

MATERA (3-5-2): Tonti, Scognamillo, Buschiazzo, Sernicola, Salandria, Urso, De Falco, Maimone, Sartore, Dugandzic, Corado. A disposizione: Mittica, Errico, Angelastri, Berardi, Dammacco, Giovinco, Battista. Allenatore: Auteri.

REGGINA (4-3-1-2): Licastro, Tazza, Gatti, Laezza, Porcino, Marino, Mezavilla, Fortunato, Di Livio, Bezziccheri, Silenzi. A disposizione: Turrin, Cucchietti, Auriletto, Pasqualoni, Di Filippo, Solerio, De Francesco, Amato, Garufi, Sciamanna, Tulissi, Bianchimano, Sparacello. Allenatore: Maurizi.

ARBITRO: Vincenzo Fiorini di Frosinone.

PRIMO ASSISTENTE: Pietro Guglielmi di Albano Laziale.

SECONDO ASSISTENTE: Daniele Colizzi di Albano Laziale.

Commenti

Sondaggio terminato: Matera - Reggina, come finirà? Scopri i voti
Un martedì per pochi intimi: ma come mai? Risposta scontata