Tutto Calcio

NAZIONALE - Quasi pronti l'undici anti-Armenia: solo due dubbi. Ma Mancini riparte dalle certezze degli ultimi mesi

Redazione TuttoMatera.com
04.09.2019 22:10

Una fase dell'allenamento di oggi, FOTO: FIGC.IT

Solo due dubbi ma in linea di massima l’Italia anti-Armenia è ormai fatta. Nella seduta di rifinitura di domani, il ct Roberto Mancini scioglierà gli ultimi dubbi. Nonostante gli infortuni, l’Italia riparte dalle certezze dell’ultimo anno. a cominciare dal modulo: sarà anche il 4-3-3 il vestito che Mancini metterà addosso alla propria squadra, pronta a conquistare altri tre punti che potranno essere fondamentali in vista del futuro. Da non sottovalutare, però, le diverse defezioni. In attacco, mancherà una pedina importante come Insigne che sarà sostituita da Bernardeschi con Chiesa sul versante opposto. A guidare l’attacco un rigenerato Belotti, che con la maglia del Torino ha fatto ottime cose. A centrocampo, Sensi scalda i motori: il ballottaggio è con il suo compagno di squadra Barella. In cabina di regia Jorginho come Verratti. In difesa, spicca l’assenza di capitan Chiellini. Fascia e posizione che sarà presa da Bonucci, chiamato a guidare la squadra. Al suo fianco Romagnoli, giusto per ricomporre la coppia di due anni fa al Milan. Sulle corsie esterne, Florenzi a destra ed Emerson a sinistra. In porta, toccherà a Donnarumma. Invece, contro la Finlandia potrebbe toccare a Sirigu, in grandissima forma.

NAZIONALE - Bonucci: "Armenia insidiosa: in passato c'è costata caro. Chiellini? L'ho sentito: ecco come sta"
NAZIONALE - Mancini: "Ripartiamo dalle cose fatte nell'ultimo anno. L'Armenia? Guai a sottovalutarla: ecco i motivi dell'insidia"