Calcio Mercato

Dal rinnovo triennale alla partenza? Matera, può salutare un attaccante

Roberto Chito
08.01.2019 23:05

L'attaccante Gaetano Dammacco in azione, foto: Lepresse

E pensare che solamente trentadue giorni fa aveva firmato il rinnovo triennale di contratto. Nelle prossime ore, invece, potrebbe cambiare maglia. Scenari clamorosi si stanno aprendo in questo inizio di calcio mercato in casa Matera. Infatti, il trequartista barese nelle prossime ore potrebbe firmare per la Reggio Audace, ex Reggiana, ripartita dalla Serie D in estate.

La notizia, arriva direttamente dai colleghi di TuttoReggiana.com, che negli ultimi minuti hanno lanciato una notizia davvero importante: già nella giornata di domani, Gaetano Dammacco potrebbe firmare per il club emiliano. Addirittura, l’attaccante barese sembra aver rifiutato diverse offerte dalla Serie C per poter accettare quella del club di Reggio Emilia che al momento si trova al terzo posto, a soli quattro punti di svantaggio da Modena e Pergolettese, coppia di testa. Dammacco, in questo inizio di stagione, con i biancoazzurri ha disputato ben 13 partite, realizzando anche una rete, quella contro la Casertana che segnò l’1-0 per i lucani.

L’attaccante barese, dopo essere esploso nella Berretti biancoazzurra con Fabio Di Domenico in panchina, ha fatto i primi passi in prima squadra con Gaetano Auteri. L’inverno scorso, poi, è stato ceduto in prestito all’Akragas dove è cresciuto notevolmente. Dammacco, negli ultimi mesi ha cambiato anche il ruolo. Nasceva come prima punta. Con Imbimbo, invece, in questa stagione gioca come trequartista, dietro le punte. Solamente ad inizio dicembre, arrivò il rinnovo triennale, segnale del quale che la società di Rosario Lamberti stava guardando al futuro.

Ora, solamente trentadue giorni dopo la firma, Gaetano Dammacco è davvero ad un passo dal Reggio Audace. Tant’è che già nella giornata di domani, l’attaccante barese sembra essere atteso in quel di Reggio Emilia per la firma. Da capire se si tratta di rescissione o prestito, anche perché, mandare via un giocatore solamente trentadue giorni un rinnovo triennale, non sembra essere una scelta così logica. Potrebbe essere un segnale in più del fuggi fuggi in casa Matera con molte pedine ormai in lista partenze.

Commenti

Toh, chi si rivede: Pezone torna alla ribalta e punta il dito contro il Matera
Juventus, il piano per trattenere Allegri: appuntamento a marzo per dribblare gli assalti esteri. I bianconeri hanno anche due possibili soluzioni