Sala Stampa

Genovese: "Situazione fra presente e futuro. Mio addio? Il motivo"

Roberto Chito
22.01.2019 18:30

L'ex ds Damiano Genovese, foto: TuttoMatera.com

"Ho rassegnato le dimissioni perché non potevo operare sul mercato. In ogni caso resto a disposizione della società fino al 31 gennaio per poter risolvere alcune questioni come rescissioni e quant’altro". Lo afferma l’ex ds Damiano Genovese nel corso della conferenza stampa di questo pomeriggio indetta allo stadio XXI Settembre-Franco Salerno. L’ex dirigente poi, afferma che per poter andare avanti è importante capire qualcosa in più sulla fidejussione: "Abbiamo presentato la bozza che è al vaglio dei commissari della Covisoc. La scadenza era entro il 17 gennaio, però, ci sono voluti più giorni per presentarla con la Cattolica Assicurazioni per una serie di motivi tecnici. Il Matera Calcio come società non poteva dare garanzie, in quanto non ha presentato bilanci. Per questo, serviva la presenza di un terzo che alla fine ha dato delle sicurezze dal punto di vista personale. I tempi? Credo che entro stasera o domani, la Lega Pro dovrà darci delle risposte in merito. Sappiamo che la scadenza era il 17 gennaio. Per questo non possiamo sapere cosa accadrà perché, in via ufficiale, non c’è stata data nessuna proroga". Genovese, poi, loda il lavoro che ha portato avanti il presidente Rosario Lamberti: "Ha fatto e sta facendo il massimo, forse anche di più di quanto poteva fare. Nella giornata di ieri abbiamo avuto una serie di incontri con personaggi del mondo del calcio. Oggi però, non possiamo dire quale sarà il futuro". E una possibile soluzione da prendere in esame potrebbe essere quella del fallimento pilotato: "Ovviamente dipende tutto dalla fidejussione. Però, con un curatore fallimentare c’è la possibilità di sbloccare i crediti che il club avanza in Lega e andare avanti. Glielo proposi tempi fa a Lamberti e oggi sta prendendo in considerazione anche questa ipotesi".

Commenti

E a Catania chi va? Matera, a poche ore dal match il dubbio resta. La situazione
Verso Catania-Matera, cosa succederà? La situazione a poche ore dal match del Massimino