Serie C News

Gravina: "Alcuni club devono regolarizzarsi. Gironi? Così si rivolve il caos"

Redazione TuttoMatera.com
15.07.2018 11:30

Il presidente Gabriele Gravina, foto: Fonte Web

"La storia è chiara: la Lega Pro ha fatto la sua parte. Ho scritto ai club che non sono in regola che devono regolarizzare il tutto il prima possibile. Rischiano oltre che la penalizzazione in classifica, anche 300 mila euro di ammenda che equivale ad una fidejussione". È il punto della situazione del numero uno della Lega Pro, Gabriele Gravina sulle colonne di Repubblica.

Il massimo dirigente della Lega di Firenze, poi, continua: "Sicuramente, in questo modo non si può più andare avanti. Di questo, ne ho parlato anche con il commissario Fabbricini in questi ultimi giorni. Su 60 club, solamente 48 sono in regola oggi. Invece, una decina si sono iscritti solamente con la domanda. Alcuni non hanno presentato la fidejussione, altri senza il pagamento delle tasse o degli stipendi ai giocatori. Altri ancora, senza nessuno di questi tre pagamenti. Alla fine, poi, si va avanti con i ricorsi e si risolve tutto con delle semplici penalizzazioni. Così facendo, per la Lega Pro è un danno d’immagine. In questo modo, infatti, qualche sponsor ha cominciato a venire meno. Per questo, farò un’azione di responsabilità".

Dalla situazione delle iscrizioni ai possibili Gironi. Gravina, sembra avere le idee chiare anche su questo: "Il caos si risolve in maniera semplice: 3 Gironi da 18 squadre ciascuno. Ad ora, poi, le seconde squadre sono solamente due: Juventus e Milan. Se poi si libera un alto posto, potrebbe aggiungersene anche una terza. Inoltre, club come Roma, Sampdoria, Torino ed Udinese sono favorevoli all’introduzione delle seconde squadre ma vorrebbero posticipare il tutto alla prossima stagione".

Commenti

UFFICIALE - L'ex centrocampista De Rose vola al Nord: ecco la nuova squadra
UFFICIALE - Paganese, si riparte da Fusco. Il tecnico: "Così dev'essere la mia squadra"