I Play Off

FOCUS - Cosenza, è qui la festa? Tutti i segreti di un'impresa storica e inaspettata

Redazione TuttoMatera.com
17.06.2018 12:15

Il Cosenza prima dell'inizio della partita, foto: IlCosenza.it

Non chiamatela favola. Sarebbe troppo riduttivo nel descrivere l’impresa di una squadra che solamente a ottobre rischiava di disputare un campionato anomalo e che invece, sei mesi dopo si trova a trionfare, tornando in Serie B, quindici anni dopo l’ultima volta, e soprattutto dopo tre fallimenti da quel giorno ad oggi. Il Cosenza è ripartito e ieri ha vissuto una delle pagine più bella della sua storia.

I rossoblu, soprattutto nei play off hanno dimostrato di avere qualcosa in più rispetto a tutte le altre. Merito di uno specialista come Piero Braglia che nella giornata di ieri ha centrato la quarta promozione dalla Serie C alla Serie B, lasciando indietro Auteri, al momento fermo a due. Il tecnico toscano, però, ne ha centrate ben tre ai play off: Pisa, Juve Stabia e, appunto, Cosenza. Queste ultime due, da quinto in classifica, a dimostrazione del fatto che la classifica finale, alla fine, conta davvero pochissimo. Un vero e proprio miracolo, perché i rossoblu hanno affrontato nove partite per poter festeggiare la promozione in Serie B.

E pensare che la stagione era cominciata nel peggiore dei modi. Fontana non aveva trovato la ricetta giusta e già ad ottobre era stato esonerato. L’era Braglia, però, non si era aperta nel migliore dei modi. Ma il tecnico toscano, fra alti e bassi, è comunque riuscito a riportare in Cosenza in zona play off. E pensare che dopo il ko contro il Rende, anche Braglia sembrava essere finito sulla graticola. Dopo ieri sera, però, tutto sempre essere cambiato, nella notte più magica degli ultimi anni.

Commenti

La mappa della Serie B 2018-19: Domina il Sud con nove club. Tante le regioni rappresentate
UFFICIALE - Sicula Leonzio, finisce l'avventura di Diana. Ecco le possibili soluzioni