Primo Piano

SERIE D - Riduzione del fondo perduto per l'ammissione? Arriva la chiarezza della Figc

Roberto Chito
22.06.2019 17:00

La sede della Figc, FOTO: FONTE WEB

Fondo perduto riportato a 150 mila euro per ripartire dalla Serie D? è la notizia che sta circolando in queste ore che sta disorientando molti. Però, bisogna precisare subito come stanno le cose. Infatti, secondo alcune verifiche fatte dalla Redazione di TuttoMatera.com in Figc, abbiamo appurato che non è stata fatta alcuna modifica.

Infatti, sul sito della Federcalcio, non c’è alcun comunicato che manda ad ulteriori modifiche riguardanti l’articolo 52 delle Noif. Dunque, al momento, resta la modifica fatta il 2 aprile. Quale? Portare il fondo perduto per l’ammissione in sovrannumero alla Serie D dai 150 mila euro degli ultimi anni, ai 300 mila attuali. Cifra che resterà tale anche per la prossima stagione. In più, la Figc ha precisato che a questa somma, dovranno essere aggiunti anche i 31 mila euro della fidejussione, oltre ai 19 mila euro dell’iscrizione. In poche parole, l’ammissione in sovrannumero alla Serie D costerà alla nuova società ben 350 mila euro.

Nessuna riduzione del fondo perduto come si era paventato in queste. Inoltre, in Figc erano pervenute richieste per poter riportarlo a 150 mila euro come nelle ultime stagioni, ma la governance presieduta da Gabriele Gravina ha precisato che si terrà fede al comunicato del 2 aprile. È bene precisare che non c’è stata nessuna riduzione e che la Figc va avanti con le disposizioni che ha già dato in passato.

SERIE A - Sampdoria, arriva la scelta del tecnico: Di Francesco raccoglie l'eredità di Giampaolo
MATERA - Tempi supplementari di una partita infinita: come e con chi nascerà la società?