Sala Stampa

Imbimbo: "Non mollo la nave ora. Sciopero? È andata così"

Roberto Chito
26.12.2018 20:33

Il tecnico Eduardo Imbimbo, foto: Sandro Veglia

"Voglio precisare che mi hanno anche chiesto di andare in panchina ma ho rifiutato. Perché non era giusto nei confronti di Franco Danza e dei suoi ragazzi. Io non li conosco, non conosco i loro nomi, figuriamoci i ruoli. Questa era la motivazione. Io ero qui oggi come in ogni partita". È il commento finale del tecnico Eduardo Imbimbo che ha assistito dalla tribuna alla partita di quest’oggi.

In sala stampa, il tecnico del Matera, poi continua: "Io non mollo la nave, lo dissi anche dopo le cinque sconfitte consecutive. Non è mia abitudine andare via e mollare nelle difficoltà. Oggi sono mortificato più di quel periodo, quando arrivavano tutte quelle sconfitte. Una piazza come Matera meriterebbe molto di più di quanto è accaduto oggi. Per questo, questa è una conseguenza della conseguenza. Capisco tutti. Perché tutti hanno ragione. Ma allo stesso tempo, tutti hanno torto. Spero che la situazione possa risolversi nelle prossime ore. In questo momento non posso dire se a Rieti andrà ancora la Berretti. Se qualcosa si sblocca scenderemo in campo".

Chi ne sta pagando più le conseguenze sono soprattutto i tifosi che da tempo vivono una situazione davvero difficile: "Questa è una conseguenza che tutti pagheranno, ovviamente in modo diverso. Io ho parlato con i ragazzi cercando di fargli smuovere dalla loro posizione. Purtroppo, non ne hanno voluto sapere. Non è una situazione degli ultimi tempi. Ci sono problemi che vanno avanti da agosto. Le ho provate tutte pur di farli scendere in campo oggi".

Commenti

Girone C, i match delle 17.30 - Juve Stabia, un altro pareggio ma vantaggio inalterato. Vibonese e Viterbese, colpi play off. I risultati
Lamberti: "Rido sempre dopo la festa, non prima. La situazione? Ecco cosa accadrà a breve"