Serie C News

SERIE C - Domani tocca alla Covisoc esprimersi su riammissioni e ripescaggi: il primo passo per la stagione 2019-20. La situazione

Redazione TuttoMatera.com
11.07.2019 09:20

Il pallone della Serie C, FOTO: FONTE WEB

Domani nascerà la nuova Serie C 2019-20. Uno dei campionati più belli ed intensi degli ultimi anni per via delle squadre presenti. Il rischio che non si arrivi a sessanta, però, è davvero concreto. Nonostante le domande di ripescaggio e riammissione siano in linea con tutto questo, a preoccupare sono i pareri della Covisoc. Perché Cerignola e Bisceglie hanno il fiato tirato e aspettano il responso definitivo.

Il problema maggiore è rappresentato dallo stadio. Alcuni sostengono che i lavori sono tardivi e non ci sarebbe tempo per ottenere la licenza nazionale. I due club, invece, sono fiduciosi e attendono venerdì con grande ansia. Per quanto riguarda le riammissioni, Virtus Verona e Fano sanno già di essere dentro. Stesso discorso per il Modena, e magari per il Bisceglie. In caso di esclusione dei neroazzurri, la Paganese si è detta pronta ad essere riammessa. In corsa per il ripescaggio, oltre al Cerignola, c’è anche la Reggiana. Insomma, toccherà alla Covisoc esprimersi. In caso di 59 club, cosa farà la Figc? Una delle opzioni è quella di riaprire i termini per i ripescaggi, concedendo anche a chi ha usufruito in passato di partecipare.

In questo caso, il Taranto dovrebbe valutare se vale la pena ricominciare da zero dopo aver messo in piedi una squadra da ammazza-campionato in Serie D. Dopo aver completato l’organico per la stagione 2019-20, si passerà alla stesura dei Gironi. Anche quest’anno, da questo punto di vista non dovrebbero esserci novità: si va verso la suddivisione regionale e non tagliare l’Italia in verticale come era stato ipotizzato in un primo momento.

MATERA - Quando l'umore dei tifosi cambia: le reazioni del popolo biancoazzurro
BASKET - Olimpia Matera, arriva un altro addio: una guardia si trasferisce a Fabriano