Primo Piano

MATERA - Il Rende libera il XXI Settembre: ora una soluzione per tutte le società materane?

Roberto Chito
22.11.2019 20:00

Lo stadio XXI Settembre-Franco Salerno, FOTO: TUTTOMATERA.COM

Chiuso il capitolo Rende, adesso bisogna guardare avanti. Torma d’attualità un tema davvero importante che deve avere una soluzione nell’immediato: a chi spetterà il XXI Settembre-Franco Salerno adesso? Com’è noto, a giocarci è il Città dei Sassi, formazione che disputa la Prima Categoria che in estate ha fatto espressa richiesta al Comune. Discorso diverso, invece, per il Sassi Matera che ha deciso di giocare al centro sportivo Gaetano Scirea senza mai farsi avanti per quanto riguarda il principale impianto sportivo della Città dei Sassi. A richiedere il XXI Settembre-Franco Salerno, era stato anche l’Usd Matera, neonata società che nel giro di pochi mesi ha trovato diversi consensi a cominciare dai tifosi fino ad alcune aziende del territorio che hanno deciso di dare un libero contributo. Un progetto a più ampio raggio che sta davvero coinvolgendo in Città molte persone. Un progetto che parte da zero, e soprattutto dal basso. L’Usd Matera, visto che il Rende non giocherà più nella Città dei Sassi, adesso potrà usufruire del XXI Settembre-Franco Salerno. Sarebbe una vittoria per il calcio materano e per tutte quelle persone che in questi mesi si sono adoperate per non far diventare i colori biancoazzurri un lontano ricordo. Lo meritano queste persone e gli sportivi materani. Non resta che aspettare un messaggio da parte dell’amministrazione comunale che dopo il bidone subito dal Rende, adesso deve guardare in faccia la realtà a capire che nella Città dei Sassi ci sono squadre, che seppur giochino in Prima e Seconda Categoria, meritano assolutamente considerazione. E soprattutto, di giocare al XXI Settembre-Franco Salerno le loro partite di campionato.

EX MATERA - Mattera al centro del mercato in Serie D: due top club vanno in pressing
SERIE C - Ternana, Gallo: "Davanti c'è un treno spedito. Bandecchi? Incontro positivo"