News

Problemi presenti, soluzioni future: Lega Pro, riunione per trovare soluzioni

Redazione TuttoMatera.com
05.04.2018 22:10

Il presidente Gabriele Gravina, foto: Fonte Web

Oggi a Roma si è tenuta l’assemblea informale dei presidenti della Lega Pro, programmata dal Consiglio Direttivo fin dal dicembre scorso, per fare un punto su temi cruciali per la Serie C. E’ stata una verifica molto utile anche in previsione della riunione convocata, nella prossima settimana, in Figc tra tutte le componenti. La riunione, aperta da una dettagliata relazione del presidente Gravina, ha visto una ampia partecipazione di presidenti e si è sviluppato un dibattito a più voci. Il dato comune è stata la preoccupazione sugli aspetti economico-finanziari del calcio italiano, che non ragionando a sistema, fa pagare un prezzo pesante ai club di Lega Pro oltre che procurare nocumento a tutti; così come enorme disagio crea il fatto di non procedere su riforme improcrastinabili come quelle di dotarsi di regole che obblighino alla piena sostenibilità del sistema. Il confronto, a momenti vivace, ha risentito della grande variabilità delle dimensioni dei club di Lega Pro, una ricchezza e, contemporaneamente, un fattore di contraddizione che rende utile il lavoro di equilibrio della governance di Lega Pro volto ad essere soggetto garante degli interessi generali. Il presidente Gravina, concludendo, ha ribadito come la sua azione sia rivolta a trasformare il calcio italiano, condizione essenziale per garantire lo sviluppo della Lega Pro. Da qui la proposta sul Semiprofessionismo, le risorse finanziarie a partire dal rispetto del diritto d’autore come da risoluzione Ue, l’apprendistato, non secondario è la modifica dell’articolo 103 riguardante le valorizzazioni; il rispetto di quanto ancora dovuto dalla legge Melandri e la modifica della stessa. Il prossimo confronto verrà convocato dopo l’incontro tra le componenti in Figc.

Commenti

UFFICIALE - Milan, prosegue l'avventura con Gattuso: l'annuncio del club
Nicchi: "Pericolo sciopero? Ecco qual è la verità sulla questione"