Sala Stampa

Imbimbo: "Matera, la squadra è cresciuta. Il derby? Pagherei per scendere in campo anch’io"

Roberto Chito
13.11.2018 19:10

Il tecnico Eduardo Imbimbo, foto: Emanuele Taccardi

"In questa settimana dobbiamo essere bravi a toccare i giusti tasti. Quella contro il Potenza per Città, tifosi e società è una partita importante, diversa da tutte le altre. La squadra, però, deve essere brava a gestire quella tensione che giorno dopo giorno che si avvicina la partita, aumenta sempre di più". Chiaro il concetto del tecnico Eduardo Imbimbo nella classica conferenza stampa di inizio settimana.

L’allenatore, infatti, analizza diversi aspetti ma prima di cominciare a parlare del match contro il Potenza, bisogna ritornare sulla vittoria contro la Viterbese: "Dobbiamo migliorare sulle letture. Sabato pomeriggio la squadra era molto tesa e in campo lo si è visto. Non era una partita semplice, per diversi aspetti. Le vittorie, come sempre, aiutano perché sono la medicina giusta per cominciare una nuova settimana con quel qualcosa in più e fortificati dai tre punti arrivati. Probabilmente non abbiamo fatto una grossa partita, come abbiamo fatto in altre occasioni. Però, a casa mi porto questi tre punti che sono davvero importanti. Sono consapevole però, che cercherò di far giocare sempre la squadra nel migliore dei modi. La crescita della squadra, però, c’è stata. Adesso dobbiamo essere bravi nel aver più padronanza, più personalità e soprattutto più carattere di fronte a qualsiasi avversario".

E poi non si può che passare all’argomento della settimana: il derby contro il Potenza. Da questo punto di vista, Imbimbo è chiaro: "Questa partita mi deve dare una certezza in più verso la risalita in classifica. Ovviamente, questa sfida la si prepara in un certo modo, magari anche in maniera diversa rispetto a tutte le altre. Però, la squadra deve capire che l’aspetto più importante è il carattere e la personalità. Bisogna essere fieri di andare a giocare una partita così. Al posto dei miei giocatori, personalmente non so quanto pagherei per poter scendere in campo. Il momento? Potevamo avere sicuramente qualche punto in più. Quattro o cinque, sicuramente. I ragazzi devono essere ancora più consapevoli dei loro mezzi e delle loro potenzialità".

Oltre il valore del derby, c’è comunque un Potenza che attraversa un ottimo momento: "Loro possono ambire alle prime sei posizioni del campionato. Al mio Matera chiederò di fare quelle cose che hanno sempre fatto. Magari, se si può aggiungere qualcosa in più, è il fattore di entrare in campo senza avvertire quella tensione che si può avere nel giocare una partita così importante, soprattutto di fronte ad uno stadio pieno. Bisogna essere bravi e consapevoli, che per i ragazzi questa è un’occasione per mettersi in mostra. Vogliamo dimostrare che il Matera vale il Potenza e che questa partita può giocarsela a viso aperto".

Imbimbo può beneficiare del centrocampista Grieco e dell’attaccante Plasmati, sul quale fa il punto della situazione: "Il primo, può darmi un qualcosa di cui ne beneficerebbe tutta la squadra: una giocata corta, un tempo di giocata diversa. Il secondo, invece, è importante soprattutto nelle situazioni nelle quali le partite si evolvono. Senza nulla togliere agli altri attaccanti, ma ci sono situazioni nelle quali hai bisogno di un giocatore come Plasmati. Al momento però, tutta la rosa deve migliorare perché serve il contributo di tutti".

Commenti

Lamberti: "Partner e altri soci? Questa la verità. Derby, che attesa"
Matera, potrebbe slittare la data di un match: ecco la situazione