Campionato

Girone C, verso le sentenze della Covisoc: due club sempre in bilico. La situazione

Redazione TuttoMatera.com
06.07.2018 18:55

Il pallone della Serie C, foto: Fonte Web

Segnatevi questa data: giovedì 12 luglio. In quell’occasione si sapranno quali squadre saranno ai nastri di partenza del prossimo torneo di Serie C. Per diverse società, in queste ore è una vera e propria corsa contro il tempo. Fra varie scadenze, il rischio di restare al palo è sicuramente alto.

I casi più critici, li troviamo in casa Fidelis Andria e Juve Stabia. Pugliesi e campani, al momento, non se la stanno passando per nulla bene. Entrambe, hanno da risolvere problemi diversi. I primi, nella giornata di ieri, attraverso un comunicato stampa, hanno fatto sapere che quegli aiuti sperati dal patron Paolo Montemurro non sono arrivati. La Fidelis Andria, infatti, ha effettuato l’iscrizione al campionato, con la fidejussione di 300 mila euro. Però, non ha pagato gli stipendi e fino alla serata di ieri, servivano circa 100 mila euro per poter salvare il club da un incredibile fallimenti. Grosse novità, però, al momento, non sembrano essercene. Le prossime ore, saranno fondamentali.

Non ci sono grosse novità, nemmeno in casa Juve Stabia. Anche qui, il presidente Franco Manniello, attende rinforzi in società. Il numero uno del club ha presentato l’iscrizione, ma senza la fidejussione. Ovviamente, gli stabiesi rischiano la bocciatura dalla Covisoc. Si sono mossi anche i tifosi con diversi cortei. Anche l’amministrazione comunale ha cercato di fare la propria parte, ma non ci sono novità. La situazione è davvero complessa: la Juve Stabia, rischia davvero di sparire.

Commenti

Salto in Serie B o consacrazione in Serie C? Di Livio, è un dilemma
UFFICIALE - Buffon riparte dal Psg. Il portiere: "Qui progetto ambizioso"