Sala Stampa

Danza: "Io il Matera non lo faccio morire: che lo decidano altri questo"

Roberto Chito
20.01.2019 20:00

Il tecnico Franco Danza, foto: Sandro Veglia

"Questa è una situazione umiliante anche per me che al Matera ho dato tanto. Però, se scendiamo in campo lo facciamo per cercare di salvare il calcio in questa città. Alla fine, se il giocattolo si rompe, si rompe per tutti e sarebbe davvero un gran peccato. Capisco l’amarezza ma c’è qualcuno che sta cercando di salvare il Matera". È lo sfogo di Franco Danza, tecnico della Berretti che quest’oggi è tornato in panchina.

Una situazione difficile per il tecnico di Castellaneta che poi continua: "Diamo i meriti a questi ragazzi che sono scesi in campo. Noi siamo stati avvisati di giocare ieri pomeriggio, quando eravamo a Reggio Calabria e nel secondo tempo sono stato costretto a tirar via qualcuno per schierarlo in campo oggi. Non avrei mai voluto fare la Lega Pro in queste condizioni. Non è bello sentire dagli spalti di non presentarci più in campo. Se noi non giochiamo, dopo tre partite il Matera sparisce dal panorama calcistico, veniamo radiati. Il presidente Lamberti sta lavorando, cercando di salvare il salvabile. Il club non versa in belle condizioni ma se c’è una speranza di ripartire anche dalla Serie D, bisogna coglierla. Capisco delusione e amarezza dei tifosi ma in questo momento bisogna stringersi tutti attorno per non perdere il calcio in questa città. Sia chiara una cosa: io, il Matera non lo faccio morire, a costo di perdere tutte le partite dieci a zero".

Danza poi, risponde anche alle dichiarazioni dell’Aic: "Normale che quando uno ti vuole male dice queste cose. Calcagno è un sindacalista e fa gli interessi dei propri assistiti. Però, qui c’è una società che sta cercando di salvare il salvabile. Se non vogliono più farci giocare, lo dicano loro: dicano che il Matera è radiato, perché io e i miei ragazzi scenderemo sempre in campo pur di non far morire questo club. Oggi potevo tranquillamente restare a casa, perché ieri abbiamo giocato a Reggio Calabria. Però, chi deve venire a fare la morale sul Matera e su di me non mi va bene. Ripeto: se ci vogliono far morire, lo facciano d’ufficio".

Commenti

Girone C, i match delle 16.30 - Il Catanzaro risponde a Juve Stabia e Trapani. La nuova Reggina batte col botto. Leonzio e Virtus, successi play off. I risultati
Girone C, il posticipo - La Casertana riparte con il piede giusto: Blondett decide la sfida del Pinto. Capuano parte con una sconfitta