Le Altre

Viterbese, la clamorosa decisione di Camilli. Il presidente: "Ecco quando comincerà il nostro campionato"

Redazione TuttoMatera.com
15.10.2018 09:06

La maglia della Viterbese, foto: Fonte Web

"Resteremo fermi fino al 27 ottobre. Poi, finalmente, questa commedia finirà". Ancora una volta, le parole di Piero Camilli, presidente della Viterbese lasciano basiti. Il club laziale non scenderà in campo fino a fine ottobre. Questa, la decisione definitiva presa al numero uno della società gialloblu.

Una situazione che nonostante il caos che sta travagliando il calcio italiano, è stata cercata dalla stessa Viterbese che ha protestato per essere stata inserita nel Girone C. Camilli, però, anche se c’è una flebile speranza di disputare il campionato nel Girone A, con ben otto o nove partite da recuperare, preferisce aspettare. Il tutto, a danno della propria squadra che dovrà scendere praticamente in campo sempre, per cominciare il proprio campionato fra fine ottobre o inizio novembre.

Da capire se l’esordio della Viterbese sarà a Catania, in caso di Girone C, o a Piacenza, in caso di Girone A. In ogni caso, per l’undici di Lopez sarà una prima volta impegnativa, con la zavorra di recuperare troppe partite. Camilli, però, ha deciso così. La Viterbese aspetta la decisione inerente alla Virtus Entella. Se la squadra di Chiavari sarà riammessa in Serie B, sarà nel Girone A. Al contrario, con buona pace di Camilli, sarà Girone C. Ma in questo caos la Viterbese ha contribuito e non poco.

Commenti

Nazionale, parla Biraghi: "Gruppo forte, è la vittoria di tutta l'Italia. Astori? Dedica per lui per diversi motivi"
Girone C, il posticipo della sesta giornata - Caccia ai tre punti: Reggina e Siracusa hanno le idee chiare. Le ultime