Primo Piano

Calendari Live - Matera, ecco il calendario: Scopri tutte le avversarie

Redazione TuttoMatera.com
12.09.2018 10:40

Il pallone della Serie C, foto: Fonte Web

Finalmente si parte. E sarebbe anche ora. Si toglie il velo al campionato 2018-19 di Serie C. Questa mattina, presso la sede della Lega Pro a Firenze, ci sarà la pubblicazioni dei Gironi di Serie C. Il Matera, dunque, conoscerà quelle che saranno le avversarie in questo campionato che si preannuncia davvero combattuto. Amici di TuttoMatera.com, buon giorno da parte di Roberto Chito che vi invita a seguire il sorteggio dei calendari del Girone C, per conoscere quelle che saranno le avversarie dei biancoazzurri.

> Calendari Live: clicca qui per aggiornare la diretta.

   

GIRONE C: IL GIORNO DEI CALENDARI

Ore 12.40 - Finalmente possiamo conoscere il calendario del Matera. Ecco tutte le giornate:

1° Giornata: Matera-Rieti

2° Giornata: Sicula Leonzio-Matera

3° Giornata: Matera-Catania

4° Giornata: Vibonese-Matera

5° Giornata: Bisceglie-Matera

6° Giornata: Matera-Virtus Francavilla

7° Giornata: Cavese-Matera

8° Giornata: Matera-Casertana

9° Giornata: Turno di Riposo

10° Giornata: Trapani-Matera

11° Giornata: Matera-Viterbese

12° Giornata: Potenza-Matera

13° Giornata: Matera-Siracusa

14° Giornata: Monopoli-Matera

15° Giornata: Matera-Rende

16° Giornata: Paganese-Matera

17° Giornata: Matera-Catanzaro

18° Giornata: Juve Stabia-Matera

19° Giornata: Matera-Reggina

Ore 12.25 - Ecco il derby: sarà Potenza-Matera. Andata al Viviani il 18 novembre. Ritorno al XXI Settembre il 17 marzo.

Ore 12.20 - La prima trasferta sarà in Sicilia: anche quest'anno, i biancoazzurri, nella seconda giornata saranno ospitati dalla Sicula Leonzio.

Ore 12.15 - Si parte con Matera-Rieti. Questa la prima giornata dei biancoazzurri. Subito scontro salvezza per la formazione di mister Imbimbo.

Ore 12.10 - La Lega Pro ha deciso: il campionato parte martedì 17 e mercoledì 18 settembre. Chi vorrà, potrà anche anticipare a domenica e lunedì. Le richieste di anticipi dovranno essere fatte entro domani alle ore 12.00.

Ore 12.00 - Dopo il no alle 22 squadre in Serie B per la stagione 2018-19, il presidente Gabriele Gravina continua ad avere le idee chiare: sette promozioni in Serie B in questa stagione. Due dirette, più la settimana ai play off. In questo modo, Gravina vorrebbe ripristinare il format a 22 squadre. La Lega Pro ha già inviato la richiesta alla Figc. Ora, si attendono risposte.

Ore 11.57 - Oltre al presidente Gabriele Gravina, è presente anche il segretario Ghirelli e il presidente dell'Aia, Marcello Nicchi.

Ore 11.55 - A parlare è subito il presidente Gravina: "Inizierei con le scuse ufficiali per il brevissimo tempo concesso a ciascuno di voi per aderire a questa presentazione. Eventi indipendenti dalla nostra volontà non ci hanno consentito di avere ulteriori possibilità di avere questo appuntamento. Le scuse vanno anche ai calciatori, agli allenatori, ai tifosi, a tutti i presidenti per questa estate abbastanza turbolenta, che non ha permesso di seguire una logica di lavoro tipica del nostro mondo. Ringrazio Nicchi per la sua partecipazione e la sua presenza, gli arbitri ormai sono due mesi che sono fermi in attesa di partire. Oggi ci auguriamo di dare il via al campionato, sapendo che sono ancora tante le nubi che si addensano sul nostro sistema. Nubi che probabilmente richiederanno ancora moltissime riflessioni e verifiche, per arrivare al chiarimento di uno strappo storico. Mi stupisce vedere come il calcio italiano possa contare su dirigenti che inneggiano a un inizio di un processo di riforma con un provvedimento di questo tipo. Sono dichiarazioni superficiali e da rivedere, c’è poca conoscenza di quello che realmente è il nostro mondo e poco rispetto delle regole. La nostra lega ha dimostrato coerenza nel seguire una linea di rispetto verso le istituzioni sportive, le proprie associate e quei soggetti che hanno maturato alcuni diritti e legittimamente sono stati chiamati a difendersi. Credo che il percorso non sia ultimato. Non voglio commentare le ultime posizioni del collegio di garanzia, mi rimetto alle dichiarazioni del suo presidente Frattini. È una prima volta che apre scenari raccapriccianti, mi auguro che chi ha responsabilità di vigilare e anche soggetti esterni al mondo dello sport facciamo chiarezza sui comportamenti dei componenti del collegio di garanzia. Credo sia giusto smentire o accertare la natura di certi comportamenti. Darebbe certezza a tanti tifosi, mi auguro che queste verifiche siano avviate in modo molto rapido per capire se quello che è avvenuto sia in linea col rispetto delle regole, civili e penali".

Ore 11.45 - Con ben 15 minuti di ritardo, è finalmente cominciata la presentazione dei calendari di Serie C.

Ore 11.40 - Ancora nessuna notizia da Firenze. Sembra che la presentazione dei calendari abbia subito qualche rallentamento.

Ore 11.35 - Secondo quanto appreso dai colleghi di TuttoMercatoWeb.com, il presidente Gabriele Gravina, dovrebbe parlare solamente al termine della pubblicazione dei calendari.

Ore 11.25 - Sono pochi i dirigenti presenti a Firenze. Ovviamente, la comunicazione arrivata in tempi troppo stretti non ha favorito il viaggio verso Firenze. Questo, secondo quanto appreso dai colleghi di TuttoMercatoWeb.com.

Ore 11.15 - Si resta in attesa dell’inizio della pubblicazione dei calendari. Alle ore 11.30, presso il salone della Lega Pro di Firenze, il presidente Gravina, oltre a presentare i tre calendari, dovrà anche comunicare i dettagli di come sarà disputata questa stagione. L’attesa sta veramente per finire dopo un’estate davvero lunga.

Ore 11.00 - Menomale che Gravina aveva chiesto collaborazione ai club. Pochi secondi fa, la Viterbese, attraverso un comunicato stampa ha manifestato l’intenzione di voler cambiare Girone. Il motivo? Trasferte troppo lunghe e soprattutto costi insostenibili per il club. Il presidente Camilli, se non vedrà soddisfatta questa richiesta, sarà pronto a ritirare la squadra dal campionato. Intenzione reale o minaccia? Ricordiamo che la Viterbese è una delle squadre che si è attrezzata maggiormente per la lotta alla Serie B. I laziali sono finiti nel Girone C per una serie di incastri.

Ore 10.55 - Molto probabilmente, la Serie C partirà con un turno infrasettimanale. I club, però, su questo, sono divisi. La Lega Pro ha chiesto massima collaborazione. Purtroppo, quanto è accaduto è indipendente alla volontà del presidente Gravina. Dunque, l’inizio sarà fra il 17-18 settembre, mentre la conclusione dovrebbe essere comunque il 5 maggio. Sono previsti anche tre turni infrasettimanali extra, che si vanno ad aggiungere ai tre già fissati. Dunque, si giocherà sei volte in settimana, con la possibilità di scendere in campo anche a Santo Stefano. La sosta invernale di 15 giorni, potrebbe essere ridotta a 7. In questo modo, la Lega Pro vuole recuperare il tempo perduto.

Ore 10.50 - Non c’è ancora una data ufficiale per quanto riguarda l’inizio del campionato. La linea di Gravina è quella di partire fra martedì-mercoledì prossimo, anche se le società, potranno organizzarsi per giocare il primo turno anche fra domenica-lunedì. Maggiori dettagli anche su questo, gli scopriremo nei prossimi minuti. Molto dipenderà dagli accoppiamenti della prima giornata, soprattutto per la distanza in chilometri.

Ore 10.45 - Nella giornata di ieri, la Lega Pro ha provveduto anche a stilare i Gironi. Facciamo un riepilogo e vediamo com’è composto quello meridionale: Bisceglie, Casertana, Catania, Catanzaro, Cavese, Juve Stabia, Matera, Monopoli, Paganese, Potenza, Rende, Rieti, Sicula Leonzio, Siracusa, Trapani, Reggina, Vibonese, Virtus Francavilla, Viterbese.

Ore 10.40 - Manca meno di un’ora a Firenze per quanto riguarda la pubblicazione dei calendari. Finalmente, dopo le varie vicissitudini, si torna a parlare di calcio.

Commenti

Figc, verso l'election day: dall'asse Gravina-Sibilia nasce il nuovo presidente
Matera, la strada raggiungere la salvezza. Il calendario completo