Sala Stampa

Lamberti: "Fidejussione, ora aspettiamo il via libera. Problemi? Questa l'unica soluzione per proseguire"

Roberto Chito
17.01.2019 17:50

Il presidente Rosario Lamberti, foto: TuttoMatera.com

"Nelle ultime ore, in Lega Pro è stata presentata una bozza della polizza assicurativa. La stessa è al vaglio dei commissari. Ad ore, credo che ci sarà data una risposta in merito. Di fidejussione ne abbiamo presentate tre, per arrivare a sottoscriverla con Cattolica Assicurazioni". Esordisce dando la notizia più attesa da tutti, il presidente Rosario Lamberti nella conferenza stampa di questo pomeriggio.

È sicuramente il primo passo per poter cercare una ripartenza dopo le grande degli ultimi tempi. E Lamberti, continua: "Non sono mai tranquillo io. Proprio oggi, hanno notificato che chi schiera giocatori della Berretti non accede al minutaggio. Da questo punto di vista credo che facciano delle leggi speciali solamente per noi. Il Matera, dunque fa giurisprudenza. I problemi sono altri. Come il debito che abbiamo con l’Erario. Nei giorni scorsi ho avuto un colloquio telefonico con Claudio Lotito a cui ho chiesto diverse cose. Perché in questo momento, l’unica cosa che può salvare il club è la spalmatura del debito che il Matera ha che è di circa 4 milioni. Infatti, mi appellerò al Lodo-Lotito e settimana prossima sarò al Ministero per discutere di questo. Sarà un passo fondamentale per la salvezza del club, unica soluzione possibile per non rischiare l’iscrizione al prossimo campionato. Oltre Lotito, altri aiuti importanti me li stanno dando de Laurentiis e Preziosi".

Lamberti, poi, commenta il post scritto in mattinata dall’ex presidente Andrisani: "Non so cosa c’è nell’aria a Matera. Lui, quando trattammo per l’acquisizione della società mi disse che se non avessi comprato la società portava i libri in tribunale. Parliamo di un imprenditore di Matera che si professa primo tifoso. Poi, cosa va a dire: che la società aveva dei bilanci falsi. Questa persona sa i danni che può creare al club? Se decidono di aprire un’inchiesta chi passa i guai sono io, perché sono l’amministratore. A proposito, nei documenti che mi sono stati consegnati c’è un buco di quasi 200 mila euro, pari agli abbonamenti sottoscritti. Perdipiù, entro fine settembre doveva essere firmato un documento che in questo momento mi sta bloccando il mercato".

In questi primi giorni di 2019, c’è stato anche l’incontro con Francesco Ghirelli, sul quale Lamberti precisa: "Mi ha detto che la società avanza un credito. Io gli ho risposto che è meglio se non me lo dà. Infatti, avendo diversi pignoramenti, mi è impossibile poter pagare. Ho detto a Ghirelli di tenerlo, e che ad ogni scadenza pagherà lui per conto del Matera gli stipendi ai giocatori. Di più non potevo fare. A Firenze, inoltre, in un ristorante ho incontro Tommasi. A lui ho chiesto dov‘era quando i giocatori hanno firmato per il Matera visto che oggi si lamenta della fidejussione che non è regolare. Se mi fanno fare mercato, io la squadra in campo la riesco a mettere".

E infatti, la nuova squadra che si sta allestendo, sulla quale Lamberti afferma: "Stiamo facendo il possibile per fare mercato grazie ad alcune caselle che si stanno liberando per via delle rescissioni. A Montescaglioso, con il tecnico Imbimbo ci sono diversi giocatori che si stanno allenando. Ovviamente, nelle prossime ore dovremmo tesserare qualcuno in modo da farlo scendere in campo domenica pomeriggio. Le rescissioni? Ne abbiamo fatte due finora. Nelle prossime ore ci sarà la terza. Non chiudiamo le porte a chi viene da noi con serietà e disponibilità".

Per le altre situazioni inerenti ai giocatori, Lamberti è davvero chiaro: "Non credo che nessun giocatore ha richieste da parte di altre squadre. Questo conferma la mia tesi: che questi giocatori sono inadeguati a giocare con il Matera, visto che non hanno richieste fra Serie C, Serie D ed Eccellenza. Del mercato, mi fido del ds Genovese e del tecnico Imbimbo che in queste ore ci stanno lavorando con la speranza di poter fare subito mercato".

Commenti

Dellino: "Grazie Matera, non è un addio. Ecco cosa porterò nel cuore"
Lamberti prova la stessa mossa di Lotito: la strada per salvare il club