Serie A

SERIE A - Che il valzer delle panchine abbia inizio: sette sicure, per il resto è tempo di scelte. La situazione

Redazione TuttoMatera.com
31.05.2019 13:05

Pallone Serie A, FOTO: SPORTFAIR.IT - LA PRESSE/ALFREDO FALCONE

Antonio Conte all’Inter ha aperto il valzer delle panchine in Serie A. Quella che si appresta a cominciare sarà un’estate ricca di colpi di scena. Cominciamo dai tecnici che hanno già scelto: ovviamente dopo Conte all’Inter, partiamo dalle prime riconferme.

Ancelotti resta a Napoli, come Gasperini all’Atalanta dopo aver rispedito al mittente tante richieste. Conferme anche per Maran a Cagliari e Tudor all’Udinese, come il Brescia, neopromosso, che continuerà con Corini. Per il resto è tutto da valutare. A cominciare dalle possibili riconferme. Le prossime settimane dovranno essere quelle di Juventus, Milan e Roma a caccia di un nuovo tecnico.

Una situazione in costante evoluzione. E per poter far un po’ di chiarezza e soprattutto, capire quali sono le prospettive per il futuro, La Gazzetta dello Sport ha fatto il punto della situazione sulle panchine della prossima Serie A.

    

LA SITUAZIONE ATTUALE

SCELTE SICURE

INTER: Conte.

ATALANTA: Gasperini.

UDINESE: Tudor.

BRESCIA: Corini.

NAPOLI: Ancelotti.

TORINO: Mazzarri.

CAGLIARI: Maran.

   

VERSO LE SCELTE

MILAN: S. Inzaghi-Giampaolo 40% e De Zerbi 20%.

SPAL: 90% Semplici e 10% altri.

PARMA: 90% De Zerbi a 10% altri.

BOLOGNA: 50% Mihajlovic, 30% Giampaolo, 10% Semplici e Di Francesco.

SASSUOLO: 70% De Zerbi e 30% altri.

LECCE: 90% Liverani e 10% altri.

LAZIO: 50% S. Inzaghi, 30% Semplici, 15% De Zerbi, 5% altri.

ROMA: 35% Fonseca, 30% Mihajlovic, 20% De Zerbi, 15% Giampaolo.

SAMPDORIA: 30% Giampaolo, Gattuso e Pioli, 10% altri.

GENOA: 30% Andreazzoli, 20% Nicola, 20% Lamouchi, 30% altri.

JUVENTUS: 80% Sassi e 20% S. Inzaghi.

SERIE A - Inter, parte la nuova era di Conte: "Scelta per progetto ambizioso". Il club: "Due entità con lo stesso obiettivo"
EX MATERA - Di Lorenzo: "Napoli, sogno che si realizza. Ora punto forte alla maglia azzurra"