Serie C News

Gravina: "Fiducia nel rispetto delle regole. Lega Pro coerente fino in fondo"

Redazione TuttoMatera.com
07.09.2018 09:45

Il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina, foto: Fonte Web

"Credo nel rispetto delle regole, per questo sono fiducioso. Ho piena fiducia negli organi di giustizia che dicono che quel provvedimento che è stato adottato dalla Lega di B non era assolutamente applicabile o ipotizzabile. Queste decisioni minano le certezze del sistema". A parlare è Gabriele Gravina, presidente della Lega Pro ad alcune ore dalla sentenza del Collegio di Garanzia del Coni.

La Lega Pro, infatti, è stata l’unica a ribellarsi, tanto da rinviare alla prossima settimana l’inizio del campionato. E Gravina, a TuttoC.com, puntualizza: "Credo che sia un discorso di coerenza e di portare fino in fondo questa linea. Il calcio non può essere considerato solo dal punto di vista della dimensione economica, sebbene sia un elemento del quale non si può fare a meno. È necessario conciliare questo valore con la dimensione sociale all’interno di un sistema complesso. Senza certezze, non si crea niente. Senza regole, e senza il rispetto, non si può costruire un calcio di condivisione e confronto che abbia come obiettivo e vantaggio il benessere collettivo".

Al di là di come andranno le cose, anche quest’anno la Serie C non sarà a 60 squadre: "Bisogna basarsi sulle regole e soprattutto sulla sostenibilità che va insieme alla stabilità. Intendo un consolidamento dell’assetto societario, seguito dalla dimensione sportiva, attraverso la valorizzazione dei giovani e delle strutture, che collimi con i valori etici e sociali in strategia organizzativa che ha come obiettivo la sostenibilità. L’auspicio è che con queste condizioni si possa tornare a 60 club".

Commenti

La palla passa al Coni: tutti in attesa del Collegio di Garanzia. La situazione
Bisceglie, si vede la luce in fondo al tunnel: svolta nel club e caccia al nuovo tecnico