Gregucci: "Play off, tutto può succedere. Favoriti e sorprese? Vi spiego"

 di Roberto Chito Twitter:   articolo letto 1286 volte
Gregucci: "Play off, tutto può succedere. Favoriti e sorprese? Vi spiego"

Fa le carte ai play off. Nella sua carriera, di campionati ne ha vissuti davvero tanti. Adesso, da fuori analizza la situazione cercando di ipotizzare una possibile griglia di partenza ai play off che di squadre in gioco ne ha ben 28. Parliamo di Angelo Gregucci che in Lega Pro ha vissuto diverse stagioni da protagonista.

Al Corriere dello Sport, l’ex tecnico di Salernitana, Casertana e Alessandria, ha detto: "È chiaro che le tre squadre che si sono piazzate seconde nei propri Gironi partono avvantaggiate. Vale a dire Alessandria, Parma e Lecce che hanno qualcosa in più rispetto alle altre. Hanno fatto tantissimi punti nel corso della loro stagione. L’Alessandria, ne ha fatti addirittura 78, per questo, la logica spinge verso questa direzione. Poi, però, capita che logica faccia a cazzotti con i fatti. Le sorprese? Il Livorno ha le qualità necessarie, anche ambientali, per inserirsi tra Parma, Lecce e Alessandria. Il Matera ha messo in mostra un gioco interessante. Ma con 28 squadre al via è possibilissimo che esca un altro outsider in grado di beffare le seconde favorite. Basta trovare la giornata giusta, passare il primo turno e poi andare avanti sospinti dall’entusiasmo. Può capitare un filotto di questo tipo e centrare l’obiettivo della Serie B".

Gregucci, infine, non sembra essere troppo favorevole ai play off allargati. Il tecnico, infatti, afferma: "Sinceramente non mi fa impazzire perché con una promozione, in questo modo tornano in gioco formazioni che hanno terminato il campionato troppo distanti. In molti casi, parliamo di 20 punti di distacco. In questo modo, possono essere sovvertiti mesi di campionati per una giornata storta".